Per quanto tempo bisogna assumere la vitamina B12?

Scritto da Redazione ProVegan  |  Nutrizione  |  0 Commenti

La vitamina b12 è un nutriente essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo, ma molte persone non sanno bene per quanto tempo bisogna assumerla prima di notare i benefici.

In questo articolo analizzeremo nel dettaglio l’importanza della vitamina B12, i sintomi della carenza, le tempistiche per assimilarla a seconda della forma dell’integratore e altri aspetti utili da conoscere.

vitamina b12 per quanto tempo assumerla

L’importanza della vitamina B12

La vitamina b12, nota anche come cobalamina, è una vitamina idrosolubile coinvolta in diversi processi metabolici fondamentali quali la sintesi del DNA, l’emopoiesi (produzione di globuli rossi) e lo sviluppo del sistema nervoso.

Una carenza di questa preziosa vitamina può causare anemia megaloblastica, disturbi neurologici, stanchezza cronica e altri sintomi spiacevoli.

Le fonti alimentari più ricche di vitamina b12 sono carne, uova, latticini e altri alimenti di origine animale.

I vegetariani e i vegani stretti sono più a rischio carenza, poiché la B12 di origine batterica è presente quasi esclusivamente negli alimenti animali.

La vitamina B12 è coinvolta in diversi processi metabolici essenziali:

  • Sintesi di globuli rossi e DNA
  • Sviluppo e mantenimento del sistema nervoso
  • Produzione di energia e metabolismo degli aminoacidi
  • Funzionalità epatica e digestiva
  • Salute cardiovascolare
  • Funzioni cognitive e memoria

Sintomi di una carenza di vitamina B12

Una carenza di vitamina b12 può manifestarsi con sintomi aspecifici all’inizio, per poi sfociare in problematiche ematiche e neurologiche anche severe:

  • Stanchezza e debolezza muscolare
  • Difficoltà di concentrazione e memoria
  • Formicolii e intorpidimenti a mani e piedi
  • Inappetenza e calo ponderale
  • Pallore e affaticamento
  • Anemia megaloblastica
  • Disturbi neurologici e psichiatrici
  • Problemi di fertilità e gravidanza
  • Maggiore suscettibilità alle infezioni

Se sospetti una carenza di vitamina b12, è importante sottoporsi ad analisi del sangue complete per misurare i livelli ematici di questo prezioso nutriente.

Valori inferiori a 200 pg/mL indicano una carenza da correggere al più presto.

Per quanto tempo bisogna assumere la vitamina B12?

Per quanto tempo bisogna assumere integratori a base di vitamina b12 prima che facciano effetto? La risposta dipende soprattutto dalla forma di somministrazione:

  • Iniezioni: gli effetti si manifestano già nelle 24 ore successive alla prima iniezione intramuscolare. Tuttavia possono volerci diversi giorni o settimane prima della completa remissione dei sintomi ematici e neurologici.
  • Compresse orali: l’assorbimento dipende dalla capacità di produrre il fattore intrinseco gastrico. Possono volerci da 1 a 3 mesi prima di notare miglioramenti significativi con le comuni compresse.

Indipendentemente dalla formulazione, per correggere una carenza da vitamina b12 è necessario seguire una terapia continuativa fino alla normalizzazione dei valori ematici e alla remissione stabile dei sintomi clinici.

Solo a quel punto, in accordo con il proprio medico, sarà possibile passare ad un dosaggio di mantenimento più basso.

Come integrare la vitamina B12 nella dieta

Oltre all’eventuale terapia farmacologica, è importante assumere adeguate quantità di vitamina b12 attraverso la dieta quotidiana. Ecco alcuni consigli utili:

  • Consumare carne magra, pesce, uova e latticini con moderazione per assicurarti le giuste dosi di B12.
  • Scegliere alimenti fortificati e arricchiti con vitamine del gruppo B, come cereali, succhi di frutta e alternative vegetali.
  • Limitare il consumo di alcol che ostacola l’assorbimento della vitamina B12.
  • Abbinare alimenti ricchi di vitamina C (agrumi, kiwi, peperoni) per migliorare l’assimilazione della B12.
  • Cuocere poco gli alimenti di origine animale per preservare la vitamina B12 sensibile al calore.
  • I vegetariani/vegani dovrebbero assumere un integratore di vitamina B12 o alimenti arricchiti con questa vitamina.

Conclusioni e consigli utili

La vitamina b12 è un nutriente essenziale che non andrebbe mai a mancare nella nostra dieta. Una carenza può causare anemia megaloblastica, disturbi neurologici anche gravi e altre problematiche fastidiose.

Per quanto tempo bisogna assumere integratori a base di vitamina B12 varia soprattutto in base alla formulazione: dalle 24 ore delle iniezioni intramuscolari fino a 1-3 mesi per le normali compresse orali.

In ogni caso è fondamentale correggere il deficit nutrizionale attraverso una terapia continuativa, fino alla completa remissione dei sintomi e alla normalizzazione dei valori ematici. A quel punto sarà possibile passare ad un dosaggio ridotto di mantenimento.

Oltre all’eventuale integrazione farmacologica, è importante assumere adeguate quantità di questa preziosa vitamina idrosolubile attraverso la dieta quotidiana.