Pad Thai Vegan: ricetta facile e senza glutine

Ultimo aggiornamento Febbraio 2023

Facilissimo da preparare, questo Pad Thai vegan e senza glutine di ispirazione asiatica è un pasto completo, sano e molto gustoso.

Che cos'è il Pad Thai?

Il Pad Thai è un piatto tradizionale tailandese a base di spaghetti di riso e verdure saltate in padella.

È uno dei miei piatti asiatici preferiti e sicuramente quello che ordino più spesso quando vado in un ristorante thailandese.

Se non sei mai andato in un ristorante tailandese, te lo consiglio vivamente!!! 

Adoro i sapori agrodolci, le verdure croccanti saltate in padella dal gusto speziato tipico della cucina asiatica, ma anche il piccolo tocco di arachidi tritate che vengono cosparse in cima appena prima di servire.

E poi, naturalmente, gli spaghetti di riso e l'estetica fresca e colorata del piatto nel suo complesso.

Una ricetta di Pad Thai vegana facile e minimalista

Tradizionalmente, il Pad Thai viene preparato con pollo o manzo, a volte con gamberetti o addirittura con tofu per una versione vegana.

La versione che vi propongo oggi è un Pad Thai vegano minimalista, senza nessuna delle proteine sopra elencate, che si concentra esclusivamente sulle verdure.

Tuttavia, è perfettamente possibile aggiungere una porzione di tofu tagliato a cubetti e saltato in padella per aggiungere un po' di proteine vegetali.

Pad Thai Vegan: ricetta facile e senza glutine Ricetta

Pad Thai Vegan: ricetta facile e senza glutine. Facilissimo da preparare, questo Pad Thai vegano e senza glutine di ispirazione thailandede è un pasto completo, sano e molto gustoso

Preparazione

20 minuti

Cottura

10 minuti

Difficoltà

Facile

Dosi per

4 porzioni

Costo

Basso

Ingredienti

  • Per il Pad Thai:
  • 200 g di spaghetti di riso
  • 2 cucchiai di olio di arachidi o di oliva
  • 2 cipollotti, affettati
  • 1 piccolo peperone rosso, tritato finemente
  • ½ broccolo piccolo
  • 1 peperone rosso, tagliato a strisce sottili
  • 2 carote, pelate e tagliate a strisce
  • 30 g di arachidi tostate, tritate grossolanamente
  • 30 g di arachidi tostate, tritate grossolanamente
  • 2 spicchi d'aglio, tritati finemente
  • 1 piccolo mazzo di coriandolo, tritato
  • Per la salsa:
  • 5 cucchiai di salsa di soia senza glutine
  • 2-3 cucchiai di sciroppo d'acero, a piacere

Preparazione

  1. 1
    Cuocere gli spaghetti di riso secondo le istruzioni della confezione, interrompendo la cottura un po' prima (gli spaghetti finiranno di cuocere nel wok/pentola un po' più tardi). Scolare e aggiungere un filo d'olio, mescolando bene per evitare che si attacchi. Mettere da parte.
  2. 2
    Scaldare un cucchiaio d'olio in una padella grande e soffriggere i cipollotti, l'aglio e il peperoncino, mescolando continuamente. Trasferire in un piatto separato e mettere da parte.
  3. 3
    Scaldare l'olio rimanente nella stessa padella e soffriggere i broccoli per uno o due minuti prima di aggiungere il peperone rosso e le carote. Soffriggere fino a quando le verdure sono leggermente cotte ma ancora croccanti. Trasferire in un piatto separato.
  4. 4
    Mescolare tutti gli ingredienti per la salsa in una piccola ciotola, quindi versare sul fondo della padella. Aggiungere gli spaghetti di riso precotti e mescolare bene con la salsa. Aggiungere i cipollotti, il peperoncino, l'aglio e le verdure saltate. Riscaldare per 1-2 minuti, mescolando regolarmente.
  5. 5
    Mescolare tutti gli ingredienti per la salsa in una piccola ciotola, quindi versare sul fondo della padella. Aggiungere gli spaghetti di riso precotti e mescolare bene con la salsa. Aggiungere i cipollotti, il peperoncino, l'aglio e le verdure saltate. Riscaldare per 1-2 minuti, mescolando regolarmente.
  6. 6
    Servire nel piatto, aggiungendo una manciata di arachidi tostate tritate grossolanamente su ogni porzione, insieme al coriandolo fresco tritato.

Note

  1. Si noti che nella maggior parte dei casi la salsa di soia contiene glutine, quindi è importante scegliere una salsa di soia senza glutine se si segue una dieta priva di glutine.

Come preparare un Pad Thai vegan?

Parte dell'originalità del Pad Thai risiede nella scelta degli spaghetti di riso, che potete trovare nella sezione asiatica del vostro supermercato. Realizzati con farina di riso e acqua, questi noodles sono naturalmente privi di glutine e sono anche un po' più difficili da gestire rispetto ai loro amici a base di grano.

Per questo motivo è importante maneggiarle con cura durante la cottura, mescolandole con una forchetta non appena vengono immerse in un grande volume d'acqua e a metà cottura per evitare che si attacchino tra loro o al fondo della pentola.

Si possono anche mescolare con un po' d'olio dopo averle scolate e mentre vengono messe da parte durante la cottura delle verdure saltate.

La scelta delle verdure per un Pad Thai non potrebbe essere più semplice.

Potete utilizzare qualsiasi verdura che si presti bene alla cottura in padella, a seconda di ciò che avete già in casa.

Mi piace partire sempre dalla stessa base di cipollotti, broccoli e strisce di peperone rosso, a cui mi piace aggiungere varie verdure a seconda dell'occasione.

Una semplice salsa Pad Thai vegana?

Non troverete né salsa di pesce né di tamarindo, entrambi non sempre facili da trovare nei supermercati, per non parlare del fatto che la salsa di pesce non è vegana.

In questo caso, quindi, optiamo semplicemente per la salsa di soia e lo sciroppo d'acero per bilanciare i sapori e, vi giuro, funziona meravigliosamente per un Pad Thai vegan.

Dal 2019, ProVegan ha continuato a pubblicare contenuti completamente gratuiti sul sito web e sui canali social: guide, consigli, ricette e strumenti per aiutare le persone in ogni fase del loro percorso verso una vita più consapevole.
Siam partiti in due nel 2019, ma oggi siamo un piccolo team con membri da tutta Italia. Ci impegniamo a salvare il mondo pasto dopo pasto, diffondendo scelte alimentari più sostenibili.

ProVegan