i Ceci Fanno Male al Fegato? Ecco la verità

Scritto da Redazione ProVegan  |  Nutrizione  |  0 Commenti

I ceci sono un alimento base della dieta mediterranea, fonte di proteine vegetali, vitamine, minerali e fibre. Sono considerati amici della salute, ma si sente dire che “fanno male al fegato”. È vero?

Analizziamo con attenzione questa affermazione.

i ceci fanno male al fegato

Cosa sono i ceci?

I ceci, conosciuti anche come garbanzo, sono i semi della pianta Cicer arietinum, una leguminosa originaria dell’area mediterranea e mediorientale, coltivata da oltre 7000 anni come alimento base.

Ricchi di sostanze nutritive, i ceci sono composti per il 20-25% da proteine vegetali, per più del 50% da carboidrati complessi e per il 6% da fibre.

Contengono anche discrete quantità di grassi vegetali insaturi. Sono una buona fonte di minerali come ferro, zinco, magnesio, potassio e fosforo. Infine, sono ricchi di vitamine del gruppo B e vitamina A.

I ceci fanno bene alla salute

Numerosi studi hanno dimostrato i benefici dei ceci per la salute. Ecco i principali:

  • Cuore: le fibre, i grassi insaturi e i minerali dei ceci aiutano a ridurre il colesterolo LDL e la pressione sanguigna, diminuendo il rischio di malattie cardiache.
  • Diabete: l’indice glicemico basso e il contenuto di fibre rallentano l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, aiutando a controllare la glicemia.
  • Intestino: le fibre favoriscono la regolarità intestinale, contrastando stitichezza e diverticolosi.
  • Ossa: calcio, fosforo e magnesio rafforzano le ossa e prevengono l’osteoporosi.
  • Controllo del peso: il potere saziante delle fibre e delle proteine aiuta a perdere peso e a controllare l’appetito.

I ceci fanno male al fegato?

Dopo aver visto i tanti benefici dei ceci per la salute, risulta difficile credere che possano far male al fegato.

In realtà, non solo i ceci non danneggiano il fegato, ma lo proteggono attivamente grazie all’alto contenuto di antiossidanti e fibre. Vediamo nel dettaglio perché.

Antiossidanti

I ceci contengono diversi antiossidanti che proteggono le cellule epatiche dallo stress ossidativo, causa di malattie croniche del fegato:

Queste sostanze prevengono il danno ossidativo neutralizzando i radicali liberi.Inoltre, alcuni studi suggeriscono che gli antiossidanti dei ceci possano addirittura favorire la rigenerazione epatica in caso di malattia.

Fibre

Le fibre solubili dei ceci catturano gli acidi biliari nell’intestino, impedendo loro di ritornare al fegato attraverso l’enteroepatica. In questo modo si riduce il rischio di colestasi, una condizione che danneggia le cellule epatiche.

In più, le fibre migliorano la sensibilità all’insulina e riducono l’infiammazione sistemica, fattori di rischio per la steatosi epatica (fegato grasso).

Conclusioni

I ceci sono quindi considerati universalmente un alimento amico della salute epatica, indipendentemente dalle condizioni specifiche del fegato.

Le proprietà antiossidanti e il contenuto di fibre offrono benefici dimostrati per prevenire e alleviare molte malattie croniche del fegato, come la steatosi epatica.

Per questo i ceci dovrebbero essere consumati regolarmente nell’ambito di una dieta sana per il fegato e per l’organismo in generale.

FAQ – Domande frequenti su ceci e fegato

Ecco le risposte alle domande più frequenti sull’impatto dei ceci sulla salute del fegato.

I ceci fanno male al fegato grasso?

No, i ceci sono considerati un alimento protettivo per il fegato grasso (steatosi epatica). Le fibre solubili riducono i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue, mentre gli antiossidanti contrastano l’infiammazione, fattori di rischio per l’accumulo di grasso nelle cellule epatiche.

I ceci fanno male al fegato se si soffre di calcoli biliari?

No, i ceci non interferiscono negativamente con i calcoli biliari. Anzi, aiutano a ridurre il colesterolo nella bile, prevenendo la formazione di nuovi calcoli. Inoltre, non causano picchi glicemici che potrebbero favorire la crisi di un calcolo incastrato nel coledoco.

I ceci fanno male al fegato se si soffre di epatite?

No. I ceci non interferiscono con il normale decorso delle epatiti virali acute o croniche. Anzi, gli antiossidanti in essi contenuti potrebbero aiutare a proteggere le cellule epatiche dallo stress ossidativo indotto dall’infezione virale.

I ceci fanno male al fegato se si beve alcol?

No. I ceci non interagiscono negativamente con il consumo di alcol, anche se è sempre meglio evitare l’alcol in eccesso per prevenire la tossicità epatica. Anzi, le proprietà antiossidanti dei ceci potrebbero contrastare parzialmente lo stress ossidativo indotto dall’etanolo sulle cellule del fegato.