Astaxantina: Controindicazioni, Effetti Collaterali e Precauzioni

L’astaxantina è un potente antiossidante che promette di migliorare la salute in diversi modi.

Tuttavia, è importante conoscere anche eventuali controindicazioni ed effetti collaterali dell’Astaxantina prima di assumerla.

In questo articolo, analizzeremo nel dettaglio le possibili controindicazioni e gli effetti collaterali dell’astaxantina.

Forniremo informazioni aggiornate e utili per un utilizzo consapevole e sicuro di questo integratore.

Queste informazioni sono importanti per tutti coloro che sono interessati a prendere l’astaxantina, indipendentemente dalla loro età, sesso o stato di salute.

Cos’è l’astaxantina?

L’astaxantina è un carotenoide di colore rosso-arancio appartenente alla famiglia delle xantofille.

Si trova naturalmente in alcune alghe come Haematococcus pluvialis e conferisce il caratteristico colore rosa a salmone, gamberi e aragoste.

L’astaxantina svolge un’importante azione antiossidante e antinfiammatoria nell’organismo, grazie alle sue proprietà chimico-fisiche uniche.

A differenza di altri carotenoidi, è sia liposolubile che idrosolubile, il che le consente di agire sia all’interno delle membrane cellulari che nel plasma sanguigno.

Viene considerata il carotenoide con la più potente attività antiossidante in natura, superiore anche a betacarotene, luteina, licopene e zeaxantina.

I benefici dell’astaxantina: l’antiossidante più potente della natura

L’astaxantina è un potente antiossidante naturale, fino a 6000 volte più potente della vitamina C.

Ha effetti benefici su pelle, cuore, cervello, occhi, sistema immunitario, articolazioni e fertilità maschile.

In particolare, l’astaxantina:

  • Protegge la pelle dai danni dei raggi UV, prevenendo il fotoinvecchiamento e migliorando elasticità e idratazione.
  • Riduce i livelli di colesterolo cattivo LDL e trigliceridi, proteggendo il cuore e i vasi sanguigni.
  • Potrebbe avere effetti benefici contro malattie neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson.
  • Protegge la retina e previene la degenerazione maculare legata all’età.
  • Potenzia il sistema immunitario, aumentando la risposta immunitaria.
  • Ha azione antinfiammatoria, utile in artrite reumatoide e patologie infiammatorie croniche.
  • Migliora la qualità del liquido seminale e la motilità degli spermatozoi.
  • Nello sportivo riduce i danni muscolari da sforzo e favorisce il recupero.

Controindicazioni ed effetti collaterali dell’astaxantina

L’astaxantina viene considerata generalmente un integratore sicuro.

Tuttavia, ci sono alcuni potenziali effetti collaterali e precauzioni da considerare:

  • Effetti collaterali comuni: a dosi elevate (superiori a 20-50 mg al giorno), l’astaxantina può causare feci di colore rosso e aumento della frequenza delle evacuazioni. Raramente può causare dolore addominale.
  • Sanguinamento: l’astaxantina può aumentare il rischio di sanguinamento, specialmente se assunta con farmaci anticoagulanti come warfarin o aspirina. È richiesta cautela.
  • Glicemia: l’astaxantina può ridurre i livelli di zucchero nel sangue, quindi è richiesta cautela in caso di diabete o ipoglicemia. Monitorare i livelli di zucchero nel sangue.
  • Pressione sanguigna: l’astaxantina può ridurre la pressione sanguigna, quindi è richiesta cautela se si assumono farmaci per l’ipertensione.
  • Calcio: l’astaxantina può ridurre i livelli di calcio, quindi è richiesta cautela in caso di ipocalcemia, osteoporosi o disturbi delle paratiroidi.
  • Gravidanza e allattamento: non ci sono sufficienti dati sulla sicurezza in gravidanza e allattamento, quindi è meglio evitare o consultare il medico.
  • Bambini: non ci sono sufficienti dati sulla sicurezza nei bambini, quindi l’uso pediatrico non è raccomandato.
  • Interazioni farmacologiche: possibili interazioni con farmaci metabolizzati dal fegato, farmaci per la coagulazione, ormoni, immunosoppressori, etc. Consultare il medico è altamente consigliato.

In conclusione, alle dosi raccomandate e sotto supervisione medica, l’astaxantina sembra essere relativamente sicura. Tuttavia sono necessarie ulteriori ricerche per confermarne completamente il profilo di sicurezza, soprattutto con un uso a lungo termine. È consigliabile consultare il proprio medico prima di assumerla.

In sintesi, l’astaxantina è ben tollerata ma può dare effetti collaterali se usata in dosi eccessive. Meglio non superare le quantità consigliate, evitarla in gravidanza/allattamento e interromperla se compaiono reazioni avverse. Un uso corretto permette di beneficiare delle sue proprietà, riducendo i rischi (1, 2 ,3).

Dosaggio consigliato

La maggior parte degli studi ha utilizzato dosi giornaliere di astaxantina comprese tra 4 e 20 mg, riscontrando effetti benefici già a partire da 4-6 mg al giorno.

Le linee guida europee considerano sicure dosi fino a 8 mg al giorno negli adulti sani. La dose ottimale va valutata caso per caso in base alle esigenze individuali.

L’astaxantina va assunta durante i pasti insieme a fonti di grassi, che ne favoriscono l’assorbimento. È consigliabile non superare le dosi raccomandate senza consultare il proprio medico.

Alimenti ricchi di astaxantina

L’astaxantina si trova naturalmente in:

  • Salmone e trota – 3-5 mg per 100 g
  • Gamberi, granchi e aragoste – 1-3 mg per 100 g nel carapace
  • Krill antartico – fino a 2000 mg/kg
  • Alghe Haematococcus pluvialis – fino al 3% in peso secco

Tuttavia, per raggiungere dosi terapeutiche è spesso necessario ricorrere ad integratori alimentari specifici, meglio se derivati da fonti naturali come le alghe.

Conclusioni

L’astaxantina è un potente antiossidante dalle molteplici proprietà benefiche, supportate da un numero crescente di evidenze scientifiche.

Può essere utile per la salute di cuore, cervello, occhi, pelle e apparato riproduttivo.

Va però utilizzata con cautela, nelle dosi raccomandate e preferibilmente sotto controllo medico in presenza di patologie o uso di farmaci.

Un consumo regolare di alimenti ricchi di astaxantina come salmone, gamberi e alghe, unito all’eventuale uso di integratori specifici, può portare significativi benefici alla salute, nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata.

Per saperne di più sulle opinioni sull’astaxantina, clicca sul link leggi il nostro articolo dedicato.

FAQ sull’Astaxantina

L’astaxantina ha controindicazioni?

L’astaxantina è generalmente ben tollerata alle dosi raccomandate. Tuttavia è sconsigliata in gravidanza e allattamento per mancanza di dati sulla sicurezza. Chi soffre di patologie o assume farmaci è bene consulti il medico prima di assumerla.

Quali sono gli effetti collaterali dell’astaxantina?

Gli effetti collaterali più comuni, soprattutto ad alte dosi, sono: disturbi gastrointestinali come nausea, vomito e diarrea; cefalea; ipotensione; alterazioni della coagulazione. In rari casi può dare eruzioni cutanee, prurito e arrossamento della pelle se esposta al sole.

Con quali dosi va assunta l’astaxantina?

La maggior parte degli studi ha utilizzato dosi tra 4-20 mg al giorno. Le linee guida europee ritengono sicure dosi fino a 8 mg al giorno. La dose ottimale va valutata caso per caso con il proprio medico.

L’astaxantina interagisce con farmaci o alimenti?

Può interagire con farmaci anticoagulanti e ipolipemizzanti. L’assorbimento migliora con l’assunzione durante i pasti e in presenza di grassi. Evitare l’esposizione solare diretta dopo l’assunzione.

Chi non dovrebbe assumere l’astaxantina?

È sconsigliata in gravidanza, allattamento, bambini e soggetti con patologie della coagulazione o che assumono farmaci anticoagulanti. Consultare il medico in caso di patologie o terapie farmacologiche.

L’astaxantina è sicura?

Studi clinici dimostrano che è generalmente sicura e ben tollerata alle dosi raccomandate e per periodi limitati. Va comunque usata con cautela e sotto controllo medico in presenza di patologie o uso di farmaci.

Riferimenti